Come lavare l’accappatoio

L’accappatoio è uno degli indumenti che stanno a più stretto contatto con la nostra pelle! Per questo è importante mantenerlo sempre igienizzato, soffice e profumato!

Indossare un accappatorio pulito e morbido è sempre un piacere, sia per questioni igieniche che di comfort personale!
Sapersi prendere cura di questo capo particolare è fondamentale per evitare di danneggiarlo e farlo semprare sempre come appena comprato!

Tutti noi utilizziamo l’accappatoio in diversi momenti e luoghi nell’arco delle nostre giornate: in casa, in piscina, in palestra, in hotel, nelle Spa… Una cosa accomuna tutti questi luoghi, ovvero la presenza costante di calore e umidità nell’aria, l’ambiente perfetto per la proliferazione di funghi e batteri. Considerando inoltre che dopo aver lavato il nostro corpo sul tessuto dell’accappatoio si possono depositare residui di pelle morta, diventa molto importante igienizzarlo frequentemente e con cura.

Esiste una vasta gamma di accappatoi realizzati con materiali differenti per essere più confortevoli o pratici a seconda della location in cui li utilizziamo: ad esempio spugna, cotone o microfibra.

Per mantenere le fibre morbide e gradevoli al tatto, i colori brillanti e un profumo gradevole senza perdere le proprietà assorbenti del tessuto, è necessario seguire delle indicazioni precise riguardo le modalità di lavaggio dei diversi materiali.

Di base per evitare danni è sempre buona norma seguire le indicazioni presenti sull’etichetta: le modalità di lavaggio infatti cambiano a seconda che si tratti di tecnofibre, tessuti misti o tessuti naturali.
Consigliamo tuttavia di scegliere sempre un accappatoio che possa essere lavato a 60° in modo da assicurarci l’eliminazione di acari e batteri durante il lavaggio.

SPUGNA

Spugna

Lavare in lavatrice ad una temperatura non superiore a 60° se è bianco o  a non più di 40° se è colorato.

L’accappatoio in spugna è il più diffuso grazie alle alte proprietà assorbenti, ma se lavato scorrettamente è facile che diventi rigido o prenda odori sgradevoli.

NIDO D'APE

Nido d'ape

Lavare in lavatrice ad una temperatura non superiore a 40° per evitare restringimenti.

L’accappatoio a nido d’ape asciuga bene pur essendo leggero e poco ingombrante, ma se lavato scorrettamente tende a restringersi e i colori sbiadiscono.

MICRO FIBRA

Micro fibra

Lavare in lavatrice a 30° e non superando gli 800 giri di centrifuga.

L’accappatoio in microfibra è perfetto per chi lo usa in palestra o in piscina e per chi vuole ottimizzare lo spazio in valigia. Inoltre si lava molto facilmente.

WEXÓR CONSIGLIA

La Linea Igienizzante Wexór è realizzata con le migliori materie prime di ultima generazione: tutte le formule contengono il doppio del potere igienizzante rispetto ai normali prodotti per il bucato e sono arricchite da intense fragranze di lunga durata che renderanno i tuoi capi igienizzati e profumati per giorni.

Post Correlati

Lascia un commento